Carla Malinverni Coach

newsletter di febbraio 2015

la newsletter di febbraio 2015!

c’è sempre una prima newsletter: eccola, tutta in minuscolo!

le novità sul fronte coaching di questi ultimi tempi sono parecchie e non so bene da dove cominciare.

anche per quest’anno lacasadipinocchio, (www.lacasadipinocchio.net) ha rinnovato il mio impegno verso le donne recluse della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino, attraverso il progetto fumne independent: portare il coaching in carcere, a mio avviso, è un meraviglioso percorso e io come coach incaricata in questa ‘missione’ mi sento molto gratificata. insieme ad un team di docenti tutto al femminile, supporteremo il terzo gruppo di 10 donne ora detenute a reinserirsi a fine pena, fornendo a loro tutte le informazioni utili per avviare attività lavorative artigianali. il progetto di grande valenza sociale è molto interessante e, se volete conoscerlo, potete seguire la pagina FB ‘fumne independent’, sulla quale vi invito a mettere un like.

a inizio mese ho trascorso una piacevolissima serata parlando di coaching e delle sue applicazioni nella vita lavorativa ad un frizzante gruppo di assistenti di direzione che fanno parte dell’associazione Secretary.it. grazie a giuliana girino che ha avuto l’idea di invitarmi e di organizzare la presentazione! http://www.secretary.it/community/secretary-regional-ambassador/diventare-coach-di-se-stesse/

continua anche la mia collaborazione con il blog per mamme (e non solo, visto che io ci trovo sempre spunti molto interessanti anche se non sono mamma!) www.unamamma.it : da qualche giorno c’è un mio nuovo post che parla della rabbia e di come esprimerla ‘positivamente’. grazie a unamamma per l’ospitalità che mi dimostra ormai da mesi! http://www.unamamma.it/2015/02/23/esprimiamo-positivamente-la-nostra-rabbia/

ci sono poi due nuovissime collaborazioni con:

  • la biologa nutrizionista dott.ssa giada gelsomino;
  • la studentessa di massaggio shiatsu stefania pomarico.

l’idea di abbinare il coaching ad altri strumenti di supporto al benessere della persona (piano alimentare personalizzato, massaggio shiatsu…) mi ha sempre attirata e credo sia un bel modo di proporre il coaching in modo complementare ad altre discipline.

ho lanciato anche due nuove attività:

  • ‘assaggi di coaching’: lezioni in gruppo per impadronirsi di elementi di coaching e metterli in pratica nella propria vita personale e lavorativa; gli incontri sono tematici (auto-coaching per mamme o papà, auto-coaching per il lavoro, auto-coaching per la vita personale);
  • wine coaching: una sessione di coaching accompagnata da un calice di buon vino e qualche cibaria, con un’introduzione sul vino che si degusterà.

che ne pensate?

per informazioni aggiuntive e per contattarmi: carla.malinverni.coach@gmail.com

buona giornata

carla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.